Barend Rijdes

IL BORGOMASTRO

[...]  L’ora era talmente silenziosa che si sentiva l’unico superstite di un mondo dove anni prima era caduta una cenere alta, che aveva coperto quello che adesso era eretto in blocchi pietrificati senza segno di vita. Luci, suoni e movimenti erano retrocessi per farlo passare indisturbato verso l’amore che cercava. Quando finalmente vide la ragazza, la baciò e le poté finalmente dire, nel silenzio fattosi ancora più profondo, quello che aveva taciuto a lungo, una passione nella quale morte e assedio non lo toccavano più. Gli occhi di lei, la bocca, i seni lo facevano andare in estasi, si trovò a camminare in un prato di pace e di conciliazione; il suo respiro lo appagò completamente, nessun orizzonte lo limitava, e la sua voce ritornava a parole che non erano rotte, una poesia di monosillabi perfetti dei quali ognuno esprimeva insieme tutto.
 

Prezzo 8 €