C. Allenspach, D. Cattaneo, N. Maillard, P. McCleary, L. Merlini

BRAUEN E WAELCHLI - a cura di U. Brauen, D. Waelchli, A. Epars

«Come vale per Le Corbusier e per tutti i veri artisti, l'Architettura deve in primo luogo esprimere idee, tensioni e principi spirituali, imprimere un'inquietudine lirica a composizioni pur inquadrate in ferree leggi di carattere pitagorico. Fedeli al principio che “ce n'est plus la règle qui corrige l'émotion, mais c'est l'émotion qui corrige la règle”, Ueli e Doris costruiscono la loro architettura con una sintassi che ama contrapporre ai blocchi rigidi ed immutabili del connettivo e dei servizi il divenire degli spazi più propriamente destinati alle funzioni specifiche del fabbricato, accentuandone l'identificazione con l'uso appropriato e sapiente di materiali e tecnologie: béton di geometrica precisione sul quale innestare strutture e manufatti di grande dimensione in ferro legno e vetro, illuminazione zenitale di sacrale immanenza per gli accessori in antagonismo alle pareti esterne –vere e proprie macchine– capaci di adeguare e trasformare gli spazi principali al mutare degli usi funzionali e delle condizioni ambientali. In questo processo creativo, continuamente e indefinitamente sospeso tra poli opposti e assolutamente complementari l'uno all'altro, assume appunto preminente e vitale rilievo il ruolo delle facciate, non più e solo manufatti di protezione atmosferica o di esposizione alla luce, ma strumenti (anche meccanici) per selezionare, modificare e reinterpretare l'ambiente esterno secondo le coordinate soggettive e romantiche degli architetti.»

Damiano Cattaneo

Prezzo 25 €