-

L'ARTE E L'IDEALE.LA TRADIZIONE CRISTIANA NELL'OPERA DI CESARE CATTANEO E MARIO RADICE, Milano 1988 - a cura di Luciano Caramel

«Attraverso la presentazione delle tavole dei Progetti di chiese moderne, quasi tutte inedite, elaborate da Cesare Cattaneo e Mario Radice tra la fine degli anni Trenta e il 1943 –anno della morte prematura dell'architetto, a soli trentun anni–, viene innanzi tutto proposto un episodio pressoché sconosciuto di stretta, reale collaborazione, nell'aspirazione all'unità delle arti, tra un architetto razionalista e un pittore astratto. Cattaneo e Radice, che già qualche anno prima avevano insieme realizzato la Fontana per il piazzale Corsica di Como-Camerlata, si incontrano attorno a un tema da entrambi particolarmente sentito, anche per la tensione dell'ideale che li accomunava. Motivati da una profonda religiosità, e insieme dalla fiducia in un'arte nel contempo rigorosamente strutturata e praticamente finalizzata, danno corpo a una ricerca di grande interesse: per il rifiuto, del tutto eccezionale, della divisione disciplinare delle competenze e per l'apertura di prospettive nuove all'architettura razionalista, oltre il formalismo, ma anche oltre un funzionalismo riduttivo, esaurentesi nella risposta a necessità solo materiali. In una comprensiva polidimensionalità –termine e concetto cari a Cattaneo– che consente di scavalcare al di là di impossibili soluzioni solo autoriflessive, e cioè con un allargamento dei referenti esterni, il momento di crisi del razionalismo.»

Luciano Caramel

Prezzo €